Mi casa es tu casa ?

MONDORoma   rubrica settimanale a cura di  MONDITA per RadioBullets

94° puntata – 19 maggio 2017 .

ll Fatto di questa settimana  è un NON FATTO : la manifestazione a favore delle Migrazioni questo sabato 20 maggio NON avverrà qui a Roma ma a Milano, perché ? A febbraio scorso a Barcellona si è svolta una grandissima manifestazione pubblica con oltre 150 mila cittadini di tutte le età e origini, a favore dell’accoglienza dei Migranti promossa da una giovane coppia e dalla loro associazione “Mi Casa es Tu Casa”, patrocinata con forza e convinzione anche dal Comune e dalla sua giovane Sindaca Ada Colau. Sabato 20 maggio ( dalla 14 a Piazza Oberdan ) se ne svolge un’altra simile promossa da diverse associazioni italiane assieme al Comune di Milano con lo slogan “Nessuno è illegale”. La Sindaca di Barcellona, che parteciperà a nome del Comune spagnolo catalano, ha scritto un articolo pubblicato anche in Italia in cui spiega perché queste manifestazioni sono necessarie e lancia una proposta semplice almeno sulla carta :“Facciamo nascere un network internazionale, in grado di indicare ai governi la via migliore da seguire per rispondere ai bisogni dei migranti, riconoscendoli come un’opportunità per la nostra società. Vogliamo accogliere”.

Purtroppo a Roma la situazione delle politiche e delle pratiche quotidiane del Comune di Roma è ben lontana da questa sensibilità e non crediamo che il motivo sia l’essere di Destra, di Sinistra o di Centro ma innanzi tutto l’Essere Umani o meno ! In Europa esiste da anni, promossa dal Consiglio Europeo, la rete di città “INTERCULTURAL CITIES” http://www.coe.int/en/web/interculturalcities/ che promuove politiche di convivenza interetnica, con 118 aderenti. In Italia questa Rete ha favorito la nascita di una seconda rete nazionale collegata “Le Città del Dialogo”, con 30 aderenti attuali di varie regioni http://www.comune.re.it/lecittadeldialogo. Il Comune di Roma non fa parte né di quella europea né di quella italiana. Perché ? Speriamo che presto invece la Giunta finalmente decida di partecipare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*