Girovago una poesia di Ungaretti

di Giuseppe Ungaretti ( proposta di Klodian Kojashi ).

 

In nessuna parte di terra mi posso accasare.

A ogni nuovo clima che incontro mi trovo languente

che una volta già gli ero stato assuefatto.

E me ne stacco sempre straniero.

Nascendo tornato da epoche troppo vissute.

Godere un solo minuto di vita iniziale.

Cerco un paese innocente

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*